Scritture, riscritture, branding, rebranding

Scritto il 28 novembre 2015 da Alessandra Farabegoli

Mentre preparo questa newsletter, ripenso a tutto quel che ho imparato al corso di Roberto Pasini sulla grafica web per non grafici, e pregusto già il lavoro che faremo sulla fotografia insieme a Paola Faravelli (c’è ancora qualche posto, vieni anche tu?)

Di scritture e riscritture

Anna Anelli spiega come impostare il lavoro quando si deve riscrivere, o aiutare a riscrivere, un testo; in un post precedente era partita dal perché farlo. La qualità della scrittura è essenziale, e noi ci lavoreremo la settimana prossima insieme a Luisa Carrada; il corso a questo giro è sold-out, ma da mercoledì sarà possibile prenotare il tuo posto in aula per marzo.

Come e perché scrivere bene le condizioni di vendita di un ecommerce

Sempre in tema di riscritture e del loro impatto, ti segnalo questo articolo di Giorgio Trono, che fra l’altro sarà in aula il 18 dicembre a parlare degli aspetti legali di ecommerce & C.

Scrivere ok, ma col font giusto

Al corso di Roberto abbiamo parlato anche di font, e ho scoperto Fontsquirrel, una raccolta di font a licenza libera disponibili anche per usi commerciali.

Oltre il #fail: cosa ci insegna davvero il caso Melegatti?

Ormai quando nelle cerchie in cui conversano i socialcosi scatta la corsa all’ennesimo #epicfail io mi tengo alla larga, perché l’impatto “reale” di un hashtag è spesso sopravvalutato; ma questo lungo articolo di Frank Merenda ha il merito di prendere le distanze dalla polemica spicciola e affrontare un tema molto più serio, la costruzione e la difesa di un brand e cosa questo implichi per chi ne gestisce il marketing.

Rebranding e redesign, la parola a Francesca Marano

Bella bella bella la serie di post che sta pubblicando Francesca Marano a proposito del suo rebranding. L’ultimo è dedicato al rifacimento del suo sito, è lungo ma vale davvero la pena di leggerlo. E magari anche considerare il corso che la stessa Francesca tiene, il mio sito con WordPress.

Te lo ricordi il Klout?

Negli ultimi tempi sembra un po’ passato di moda, ma è ancora vivo, anzi ora dichiara di poter misurare non solo quanto sei influente, ma se e quanto sei espert* su un certo tema (e in un paper spiega pure in base a quali criteri assegna i voti). Di me ad esempio dice che ne so di email marketing, la cosa mi fa piacere dato che passerò tutto dicembre a parlarne in aula e in giro per eventi ;-)

a presto