Diamo il benvenuto al nuovo docente Mauricio Gelves, sarà con noi in un webinar gratuito e in un corso per imparare a usare tutte le potenzialità di Gutenberg.

Non chiamiamolo solo editor a blocchi

Gutenberg è, e sarà, molto di più. Il nome lasciava in effetti presupporre che le intenzioni fossero proprio rivoluzionarie: “Gutenberg è un nome in codice per un paradigma completamente nuovo nella costruzione e pubblicazione di siti WordPress, che mira a rivoluzionare l’intera esperienza editoriale tanto quanto Gutenberg ha creato la parola stampata”.

Lo sviluppo di Gutenberg prevede quattro fasi: Modifica, Personalizzazione, Collaborazione e Multilingue.

La prima fase riguardava la creazione dei contenuti con l’introduzione del nuovo editor a blocchi (dalla versione 5.0 di WordPress è l’editor predefinito) ma, alla fine delle 4 fasi di sviluppo, Gutemberg sarà molto, molto di più.

L’approccio modulare

Il concetto alla base dell’editor dei blocchi è proprio la modularità: ogni tipo di contenuto (immagine, video, paragrafo, titolo) ha un blocco dedicato. I blocchi quindi possono essere aggiunti o eliminati, spostati e riorganizzati, in modo semplice e intuitivo, senza shortcode o HTML.

È un modo di comporre testi ricchi di contenuto in molto più intuitivo e facile, rispetto all’editor classico, perfetto anche per chi sta cominciando a scrivere sul web. Già dall’editor si ha un’anteprima abbastanza precisa dell’aspetto che il nostro testo assumerà una volta pubblicato.

Un altro vantaggio dei blocchi modulari è la facilità con cui si possono organizzare da mobile. Chiunque abbia provato a comporre o editare una pagina o un post da mobile, sa di quanto l’esperienza ora sia… decisamente meno frustrante.

Tipi di blocchi dell’editor Gutenberg

Per vedere i tipi di blocco fra cui puoi scegliere, basta cliccare sul + nella barra in alto.

I tipi di blocco disponibili su Gutenberg sono di vario tipo:

  • Blocchi di testo: paragrafo, titolo, elenco, citazione, codice, editor classico, preformattato, citazione evidenziata, tabella e verso.
  • Blocchi di media: immagine, galleria, audio, copertina, file, media e testo e video.
  • Blocchi di design: pulsanti, colonne, gruppo, leggi tutto, interruzione di pagina, separatore e spazio vuoto.
  • Blocchi di widget: shortcode e HTML personalizzato.
  • Blocchi di incorporamenti: Facebook, Twitter, YouTube e moltissimi altri (metti che proprio vuoi incorporare un TikTok, per esempio).

Un piccolo tip: è sempre possibile richiamare immediatamente un tipo di blocco digitando lo slash seguito dal tipo di contenuto che vogliamo aggiungere.

Testi più ricchi con Gutenberg

Gutenberg è veramente facile e fonte di tante soddisfazioni… se sai quante cose puoi fare.

Puoi inserire un capolettera, per esempio, nei blocchi di paragrafo. Come in questo blocco di esempio.
Lo sapevi?

Puoi scrivere una citazione in questo modo.

Scrivendo qui l’autore della tua citazione

Oppure la puoi scrivere così, con un impatto decisamente più forte.

E qui l’autore

Puoi anche farti creare dei blocchi personalizzati, magari per delle esigenze specifiche.

Le parole sono importanti

Ricevi gratis tre lezioni sulla scrittura, per creare testi e microtesti che informano, aiutano, vendono.

Questo qui sopra, per esempio, è un blocco “percorso formativo” che Roberto Pasini ha creato per Digital Update.

Altre cose che puoi fare? Puoi creare direttamente nel blocco (quindi senza intervenire sull’originale) molte cose con le immagini.

Questo ad esempio è uno Sfondo. Puoi scrivere un testo sopra la foto, decidere in che punto della foto metterlo e come allinearlo. Puoi mettere un filtro colore, o gradiente, scegliere il punto focale della foto e molto altro.

Sono la tua guida su Gutenberg

Possiamo aggiungere facilmente anche una galleria, o un’immagine con un testo a fianco, lavorando direttamente dal blocco.

Ma usando uno shortcode puoi anche mettere a fianco un pulsante, personalizzando stile e colori, per esempio. Userò un esempio non tanto casuale.

Nei blocchi possiamo anche inserire pulsanti, pdf scaricabili, file audio, tabelle personalizzabili, video e tanto altro, in modo veramente intuitivo.

Posso guidarti in questa esplorazione e mostrarti dal vivo quante cose puoi fare con l’editor a blocchi di Gutenberg nella live masterclass del 17 dicembre.

Se vuoi una piccola anteprima, iscriviti al webinar gratuito il 2 dicembre.

(questo sopra, invece, è un blocco prodotto in evidenza.)

Foto di apertura di Bruno Martins su Unsplash.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!