Le idee migliori, spesso, arrivano mentre non sto lavorando. Sarà capitato anche a te. Momento di impasse; se sei ancora abbastanza lucido, non ti incaponisci. Chiudi tutto e vai a [correre, fare la spesa, la lavatrice, l’aperitivo, leggere un romanzo]. Perché le idee fluiscano, però, serve un innesco. O, come direbbe Enrico Marchetto, un trigger.
Ecco perché ho chiesto ai nostri docenti di indicarci due libri da portarci in vacanza. Uno che funzioni da innesco, l’altro da ispirazione.
Questa settimana abbiamo consigli su: Email marketing, SEO, Graphic Design, Design Thinking, Scrittura.

Email Marketing per vendere online (live masterclass), Mailchimp (corso online), Email Marketing (corso online), La tua newsletter (live masterclass).

“Caro amico mi iscrivo” di Nicole Zavagnin, Zandegù. Un Bignami da ripassare per avere a portata di mano consigli, buone pratiche, esempi di newsletter riuscite.

Il paradosso della bontà – la strana relazione tra convivenza e violenza nell’evoluzione umana” di Richard Wrangham. Un testo che affronta una questione non da poco, quella sulla natura umana. Siamo originariamente buoni ma sono le convenzioni sociali sbagliate a scatenare in noi la violenza o, al contrario, siamo intrinsecamente cattivi e riusciamo a convivere relativamente in pace solo per merito delle regole sociali? Spoiler: in entrambe le risposte c’è una parte di verità.

SEO (corso online).

“L’arte della SEO, User first”, 2017. Non l’ho letto ma conosco l’approccio dell’autore e della sua agenzie (tra le prime in Italia); inoltre il “titoletto di accompagnamento” (user first) dice molto!

Fuori dal lavoro direi “Una strada con un cuore (don Juan)” di Carlos Castaneda.

Impara la grafica fai da te (fatta bene) (corso online), Grafica web per non grafici (live masterclass) e Data Visualization.

“How to Use Graphic Design to Sell Things, Explain Things, Make Things Look Better, Make People Laugh, Make People Cry, and (Every Once in a While) Change the World” (2015, Harper Design).
È un manuale pratico che vuole coprire praticamente qualsiasi esigenza del graphic design. In realtà il titolo è solo un pretesto dietro il quale nascondere pensieri di progettazione e soluzioni grafiche utili in qualsiasi contesto. Interessante perché accanto ai lavori finiti trovano spazio idee scartate, bozzetti e consigli. Si trova solo in inglese.

“L’incredibile viaggio delle piante”, di Stefano Mancuso. Imperdibile come tutti i libri che ti fanno vedere cose vecchie con occhi nuovi, in questo caso le piante e la loro capacità creativa.

Ufficio stampa digitale (corso online).

“La scrittura non si insegna” di Vanni Santoni (Minimun Fax). Considero la mia materia nella sua versione più allargata, cioè il giornalismo che implica lo scrivere. Il volumetto di Vanni Santoni credo sia utile per chiunque usi la scrittura come strumento di lavoro (ancora di più se la si usa per divertimento): pochi, chiari consigli dai quali non si può più fuggire una volta letti. Non ci sono più scuse. C’è una lista di libri imprescindibili, che secondo Santoni chiunque dovrebbe leggere e già cominciare da quella vuol dire mettere in gioco qualche decina di mesi del proprio tempo. Quella è la dieta. Poi si parla di disciplina. E finisco qua.

“Una storia di amore e di tenebra” di Amos Oz. Perché è la biografia di un grande scrittore, ma anche un romanzo famigliare e storico. Perché solo leggendo questo libro ho capito, almeno un po’, l’origine dello stato di Israele, dei movimenti politici che hanno creato le basi per gli eventi poi accaduti e, contemporaneamente, di come questi eventi siano stati vissuti, ma soprattutto subiti dalle persone comuni. E per chi si occupa di design e di oggetti (il mio lavoro principale) c’è un passaggio imperdibile: pag. 449-450 nell’edizione Universale Economica Feltrinelli.

Design Thinking, progettare per le persone (live masterclass).

The Field Study Handbook“, Jan Chipchase.
Jan Chipchase e il suo Studio D Radiodurans sono un faro per chiunque sia coinvolto in attività di ricerca sociale ed etnografica. Finanziata attraverso un crowdfunding su Kickstarter, “The Field Study Handbook” è una ricchissima “how-to guide” (524 pagine) ideale per chi vuole approfondire in maniera significativa (ma non accademica) le pratiche di preparazione, conduzione e analisi della ricerca con le persone. Il prezzo non è dei più accessibili ma, per i contenuti e la fattura pregiata dell’edizione, sono soldi investiti benissimo.

Da lettore di saggistica e da appassionato di musica, punto la mia fiche su “How Music Works” di David Byrne che, a quasi settant’anni, rimane una delle menti più lucide e fresche dei nostri tempi (consiglio extra: andate sul sito del suo progetto “Reasons To Be Cheerful“). Il libro è un interessantissimo viaggio da vero insider nel mondo della musica; dalla spiegazione dei meccanismi che regolano il music business alle condizioni culturali e architettoniche che favoriscono la nascita di una scena musicale passando per gli aspetti sociali legati alla fruizione della musica (sia come supporto fisico che dal vivo).
E poi tanti, tanti aneddoti a dir poco epici estratti dalla sua carriera di musicista solista e con i Talking Heads. Il tutto raccontato equilibrando ricchezza e appropriatezza delle fonti, sguardo da antropologo e una scrittura leggera, ironica e coinvolgente. Una ventata di libertà ma anche un esempio di maturità professionale.

Usa il tuo tempo per imparare

Ricevi subito nella tua casella email 6 lezioni sui fondamentali del marketing, sulle strategie digitali e sulle competenze trasversali indispensabili per lavorare oggi, e continua ad aggiornarti con la newsletter Digital Update.

Local SEO & Google My Business (corso online).

SEO per attività locali. Strategie di marketing per farti trovare e competere sul territorio” – Autore: Daniele Solinas – Editore: Dario Flaccovio. È uno dei pochissimi libri in italiano dedicato all’argomento Local SEO, un canale di marketing ancora poco considerato rispetto ai risultati che porta. Libro adatto soprattutto a chi è alle prime armi, offre un’ampia panoramica degli strumenti e delle tecniche per ottenere buona visibilità alle attività locali.

Tre Volte Meglio. I segreti della produttività nella vita e negli affari. Come diventare più intelligente, più veloce… migliore!” di Charles Duhigg. L’ex reporter della New York Times, Charles Duhigg, con questo libro cerca di rispondere alla domanda Perché certe persone sono più produttive di altre?
Non è un manuale, è piuttosto una raccolta di 8 storie reali molto ben narrate che hanno tutte come tema il miglioramento della produttività.

Copywriting pubblicitario (live masterclass).

“Mindhunting. Capire le persone, progettare le esperienze” di Andrea Fiacchi. Questo libro è un viaggio nella mente delle persone per comprenderle e progettare esperienze piacevoli e significative. In pubblicità e in comunicazione diciamo spesso che dobbiamo creare qualcosa che colpisca e che si ricordi. Ma come pensano le persone? Come ricordano? Come si emozionano?
Andrea ci insegna a raccogliere informazioni su ciò che guida i loro comportamenti. Più capiamo i sentimenti, i pensieri e le azioni delle persone più saremo comunicatori e designer di contenuti migliori.

L’anima che fugge” di Harold Brodkey è un’opera impegnativa sia per lo scrittore (Brodkey ci ha messo 32 anni per scriverla) sia per il lettore (più di 1000 pagine tutte ispirate, signori e signore). Inizia così «Venni scodellato fuori in fretta e furia tra le sberle e gli applausi privati per la nascita» e non finisce più, perché anche quando smetti di leggerlo cominci a trovarlo ovunque, infilato dentro lo specchio, in coda al supermercato, prima di mettere un cuoricino su Tinder, nelle ossessioni prima della buona notte. Affetto e disprezzo con in mezzo una vita.

Lavoro, dunque scrivo (live masterclass).

“Content design”, Sarah Richards, Content Design London. Perché va al cuore del testo digitale, ma spiega benissimo anche cosa bisogna fare sia prima di metterci a scrivere sia quando abbiamo finito. Perché propone strade praticabili da chiunque, qualsiasi cosa debba scrivere, e per ognuna offre esempi. E infine perché è un libro bello, anche se è tutto in bianco e nero e praticamente non contiene immagini. O forse è così bello proprio per questo: ci mostra cosa si può fare con le sole parole e un uso sapiente e creativo della tipografia e dello spazio. Spartano, ma elegantissimo.

“Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani, perché è il primo libro che ho letto di lui quando era ancora solo un famoso inviato, senza il gran barbone bianco. Perché dà il senso delle infinite possibilità che possono nascere da costrizioni e da vincoli e perché insegna il valore della lentezza, del saper osservare, dell’essere curiosi dei luoghi e dell’umanità.

Slide e presentazioni che funzionano (live masterclass).

“Il potere della gentilezza – 16 regole d’oro per ottenere e dare fiducia” di Franck Martin, te lo consiglio perché ci insegna che si può parlare di cose serissime senza prendersi sul serio, che la gentilezza è quel superpotere che ti permette di instaurare relazioni solide, autentiche, di fiducia. Bisogna sempre esser gentili quando si fanno le presentazioni in pubblico. O anche via mail!
+ “Slide:ology – L’arte e la scienza di creare grandi presentazioni” di Nancy Duarte, perché è il libro della mamma di tutte le SlideQueen e gli slide maker del globo terraqueo ❤️.

“Hair Therapy” de La Sciampista (aka Serena Porcelli) edito da Rizzoli.
👉🏻Perché non si vive di solo lavoro, ma anche di belli capelli!

Facebook e Instagram Advertising (live masterclass).

“Grammatica del Vedere” di Gaetano Kanizsa. Apparentemente non ha nulla a che fare con la mia materia. E forse è più idoneo a chi si occupa di elementi visuali. Ma ultimamente sono ossessionato dal “trigger point“, dai punti di attivazione in un processo cognitivo. E questo libro ne è la Bibbia.

“Il Figlio” di Philippe Meyer. Perché l’altra mia ossessione è il tema della “frontiera” e questo è il capolavoro recente della “frontiera”. Solo un gradino sotto Cormac McCarthy.

Altri consigli di lettura la prossima settimana.

Photo by Laëtitia Buscaylet on Unsplash.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!