Noi di Digital Update odiamo le buzzword.

Il mercato della formazione digitale, ahimè, vive anche di questo: tutti a correre dietro l’ennesima medicina che svolterà le sorti della tua azienda o della tua agenzia. Non ci sono medicine miracolose, è il nostro mantra. E l’aspirina non guarisce ogni cosa. La nostra missione è di dirvi tutta la verità, nient’altro che la verità.

Oggi ci sono software di marketing automation che costano migliaia di euro. Ma come sempre noi proponiamo un approccio diverso:

  • parti dai bisogni dei tuoi clienti;
  • incrociali con quello che tu puoi fornire a loro;
  • capisci cosa serve;
  • e poi rendi efficace ed efficiente il modo di farlo.

Ecco alcuni esempi che ci sono piaciuti. E alla fine vi diciamo come imparare da chi lo fa – a un decimo del costo.

Come Cortilia usa la marketing automation

Un bel caso spiegato da Mailup, su come l’azienda milanese mantiene i rapporti con i suoi affezionati clienti. Personalizzando la relazione, scalando.

Cosa c’entra la marketing automation con l’email marketing?

Un articolo di TSW mostra come la marketing automation sia strettamente correlata con il mail marketing, ma sia anche qualcosa di diverso e di più.

Automatizzare anche la visualizzazione grafica con i dati?

Anche i contenuti possono essere “automatizzati”. C’è un tool di Google che unisce fonti e rappresentazioni, usando l’esperanto dei contenuti: le GIF animate.

La marketing automation per un hotel? (Ma non solo)

La newsletter (e il marketing in generale) tutto-a-tutti funziona sempre meno. In questo articolo ci sono un sacco di esempi per il settore turistico ma che possono essere adattati anche al vostro business.

In inglese, qui

Avete bisogno di guida per applicare al meglio? Daniele Sghedoni ha studiato i tool – molti di questi gratis o quasi — per farvi la vostra marketing automation. E ce li spiega in aula.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!