Gli algoritmi ci ruberanno il lavoro? Forse sì, ma nel frattempo ci danno anche tanto lavoro da fare. Certo, è lavoro diverso, e richiede capacità di pianificazione, modellazione e previsione ancora maggiori: sia per crearli, questi benedetti algoritmi, sia per combinarli insieme in modo intelligente.

Automation gratis per tutti con MailChimp

Per quanto mi riguarda è la notizia dell’anno nell’email marketing: l’ho commentata a caldo con un video, e ieri finalmente, fra un treno e l’altro, sono riuscita a scriverne anche sul mio blog; per me significa sia poter migliorare decisamente i flussi di lavoro di alcuni clienti piccolini, sia poter sperimentare liberamente in progetti miei, che uso come palestra per raffinare le idee.

Prima di tutto, via con email di benvenuto stellari

Una delle prime cose che consiglio di fare è sostituire il messaggio standard di benvenuto con una vera e propria welcome email o addirittura una serie di messaggi. La mia welcome series l’ho ristrutturata da poco e mi sta dando grandi soddisfazioni, qui trovi altri ottimi esempi da cui farti ispirare.

Che poi i progetti piccoli sono quelli che danno belle soddisfazioni

Fra i case studies migliori di email usate bene ce ne sono tantissimi di small business, per i quali è più facile “trovare una voce” personale e umana; spesso ne ho commentati nel mio blog, e non sono la sola a pensarlo, leggi gli esempi raccontati in questo articolo di Marketing Sherpa (in inglese).

Perché l’automazione deve restare umana

Non pensare di progettare un ciclo e dimenticartene per sempre: monitorare, adattare, aggiustare, leggere i feedback, son tutti impegni da mantenere. Sì, c’è sempre lavoro da fare, è la manutenzione e il controllo, ed è quel che fa funzionare bene le cose nel tempo.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!