Velocità

È dal un bel po’ che Google “batte” sul tema della velocità (di caricamento delle pagine) e fa bene: impatta positivamente sull’esperienza in pagina di noi tutti. Internet + veloce = persone + contente.

Contenuti

Se si parla di SEO non si può non affrontare il tema dei contenuti; se la SEO favorisce l’incontro tra domanda e offerta/risposta, il contenuto favorisce il fatto che la visita si trasformi in un’azione (magari un acquisto o una richiesta di preventivo).
Quindi leggi come sviluppare un buon contenuto, che piaccia alle persone e che piaccia a Google;

User Experience

Mi raccomando: l’attenzione all’interfaccia, alle interazioni e a tutto quello che sta sotto il cappello dell’esperienza di navigazione non è un di più di cui ricordarsi giusto per fare i buonisti e dire di avere a cuore l’essere umano. C’è una relazione stretta fra user experience e SEO e l’attenzione deve crescere ancora di più se pensiamo al mobile, anzi, se pensiamo a contenuti pensati dal desktop ma fruiti dal mobile.

SERP

Usciamo ora dal sito e andiamo sulle SERP, le pagine dei risultati di ricerca di Google; la comunicazione sulle SERP è un tema a me particolarmente caro perché le modifiche di testo costano poco, pochissimo, quasi niente ma i benefici possono essere notevoli. Eppure questa ricerca dice che il 36% delle pagine non ha meta-description. (Le tue?)

Link building

Ora spostiamo il focus dal sito per concentrarci sulle attività che possiamo svolgere  per attrarre link da siti di terze parti, ad oggi un fattore con molta rilevanza per aumentare la propria visibilità sulle SERP.

Misurare, valutare, confrontare

Se alla fine di questa mail deciderai di investire in SEO, metti subito nel mirino gli indicatori di performance (KPI) da guardare per capire, lungo la strada, se il sentiero è quello giusto, ovvero quello che ti condurrà ai risultati attesi.

Ci vediamo in aula oppure online!

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!