Lo scorso dicembre si è tenuto il secondo WordCamp US a Philadelphia. I WordCamp sono dei barcamp dedicati a WordPress, cresciuti a dismisura negli ultimi anni: nel 2016 ce ne sono stati più di 100 nel mondo (2 anche in Italia! E un uccellino mi dice che nel 2017 ce ne saranno almeno 4 nella penisola ?, tieni sotto controllo il calendario! ) e WordCamp US, con i suoi 2.000 partecipanti, è uno dei più grandi.

Alla fine di WordCamp US, Matt Mullenweg, il co-founder di WordPress, tiene sempre un discorso, The State of the Word, in cui fa il punto di cosa si è fatto nell’anno passato e cosa si farà in quello futuro. Quest’anno più che mai ha parlato di noi, dei piccoli imprenditori che scelgono WordPress come piattaforma per promuovere il proprio business.

Il focus dello sviluppo per il 2017 sarà su tre aree, due delle quali sono di grande interesse per chi vuole iniziare ora a usare WordPress, in modo semplice e diretto, senza perdersi in personalizzazioni di codice, template e colori: il Customizer e l’area di scrittura e formattazione di pagine e post. Sono due argomenti di cui parliamo sempre tanto al corso Digital Update, nato proprio per aiutare le piccole realtà ad andare online.

Avere un sito non significa avere una vetrina impolverata, ma sfruttare un organismo complesso per raccontare come possiamo essere utili ai potenziali clienti. Se il cliente si trova di fronte a un muro di testo, difficilmente sarà invogliato a leggere cosa gli proponiamo: ben poco è cambiato da quando Nielsen nel 1997 ha descritto come le persone leggono sul web. Insieme vedremo come usare al meglio tutte le opzioni che WordPress ci offre “out of the box”, ovvero appena installato.

Come sempre Matt ha ricordato che la missione di WordPress è

to democratize publishing through Open Source, GPL software.

ovvero democratizzare la pubblicazione con un software open source.

La pubblicazione di cosa? Di tutto quello che ci passa per la mente, ovviamente! Dai blog che raccontano della nostra passione per la maglia ai big media, che fanno milioni di visualizzazioni al giorno.

Sicuramente negli ultimi anni ti sarai sentito dire che i blog sono morti e invece, guarda un po’, sono vivi e vegeti: usare WordPress è un modo per garantire due cose importanti, di cui ha scritto Andy Baio: ownership e control, ovvero proprietà e controllo dei contenuti.

Insomma, io ti aspetto a Bologna il 26 gennaio, per raccontarti come WordPress può aiutarti a iniziare oggi a raccontare ciò che ti renderà unico e indispensabile per i tuoi clienti, in una intensa giornata che mescola teoria e pratica, esercitazioni e filosofia open source.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!