Elena Bobbola

Elena Bobbola

Nata in un paesino delle prealpi biellesi, ama il mare e sogna di essere una sirena.

“Fermamente convinta che l’abito fa il monaco”
“Mi piace cambiare punto di vista e vedere come cambiano le forme quando ti giri sottosopra”
“Amo i colori forti, i pois, gli unicorni e #quellaBassa”

Curiosa e rapita dai colori e dalle forme da quando è nata, si occupa di creatività e comunicazione visiva dal 2004, anno della sua laurea al Politecnico di Milano in Comunicazione Visiva e Multimediale.
Dopo una parentesi da ricercatrice all’Interaction Design Institute di Ivrea sui temi degli Applied Dreams al fianco di Jan Christoph Zoels, fonda Ablabo, studio di comunicazione visiva che si occupa di visual, multimedia ed e-learning.

Fa la freelance dal 2009, facendo da consulente digitale anche per Ablabo stessa e si occupa di guidare le imprese nella realizzazione di presentazioni di loro stesse, dei loro prodotti e dei loro servizi in modo efficace anche dal punto di vista visivo. Per questo motivo si occupa di comunicazione visiva interna ed esterna, specializzandosi in presentazioni efficaci, in progetti innovativi che coniugano innovazione tecnologica e approcci visivi differenti, e in format alternativi di formazione e-learning, avendo la fortuna di poter continuare a studiare ed evolvere i temi che aveva iniziato ad affrontare nella tesi di laurea.

Dal 2011 è mamma di #quellaBassa.

Nel 2015 ascolta il consiglio che Sagmaister le diede nel 2005 sul tetto di una piscina torinese e fa un anno sabbatico che le cambia letteralmente la vita e la aiuta a ricentrarsi sia personalmente che professionalmente.

Nel 2017 alla Rete al Femminile di Biella incontra Marie Louise Denti e insieme diventano Slide Queen.

Tutto quello che fa lo fa attraverso la forza delle immagini e quando occorre anche con l’uso dei tacchi come strumento di empowerment.

Nel 2025 farà un altro anno sabbatico.

Entra nella community di
Digital Update!

Riceverai gratuitamente:

No grazie!