Obiettivi e destinatari

Una scena che conosciamo bene: siamo in un meeting nel quale dobbiamo definire i requisiti di un servizio, anche digitale; uno degli errori più comuni commesso da chi siede al tavolo è quello di “portare a terra” da subito alcune soluzioni, basate su assunti, esperienze personali o qualche dato alla mano. Questo accade perché siamo fortemente programmati per ottenere le risposte ai problemi nel tempo più breve possibile e ci portiamo dietro un bagaglio di pregiudizi e assunzioni personali.

Se per anni questo è stato l’approccio alla progettazione, non deve essere più così. I servizi digitali sono oggi troppo complessi e senza un perimetro chiaro e principi concordati sui cui fare scelte non si raggiungerà l’impatto sperato in fase di rilascio.

Perché la progettazione abbia un impatto reale sulla vita delle persone (e sul business!) abbiamo bisogno di un approccio che metta al centro i bisogni delle persone, le possibilità della tecnologia e i requisiti di business.

Se lavori nel digital, nel marketing, al prodotto, alla comunicazione – in azienda, come consulente o specialista in agenzia – il corso sarà decisivo per capire come usare queste tecniche nella tua carriera e migliorare la soddisfazione dei tuoi clienti – interni o esterni – e degli utenti del servizio.

Che cosa impareremo

Nel corso imparerai attraverso il design thinking ad avere padronanza di tool, metodi e informazioni applicate in campi come il Service Design o lo UX design, che ti aiuteranno a prendere decisioni informate, rendendole operative lungo l’intero processo di progettazione.

Lo faremo in maniera pratica e per passi successivi:

  • Mettendo realmente le persone al centro del processo
  • Scoprendo come implementare la ricerca nel processo di design e renderla applicabile
  • Assegnando la giusta priorità agli insight della ricerca con le persone
  • Trasformando gli insight in requisiti funzionali da affiancare ai requisiti di business e alle tecnologie
  • Definendo il concept e i comportamenti attesi dall’utilizzo del prodotto attraverso prototipi
  • Individuando gli indicatori migliori per misurare l’impatto del progetto e la sua evoluzione
  • Capendo come comunicare con gli stakeholders e quali deliverables sono più adatti agli obiettivi

A chi è rivolto

Product manager, marketing manager, web designer, manager della comunicazione.

Programma

  • Cos’è il design e chi è il designer oggi
  • Design centrato sulle persone: di cosa parliamo
  • Identificare e circoscrivere gli obiettivi di business
  • Strumenti e approcci di ricerca con le persone: come sceglierli in base ai tempi, ai budget e agli obiettivi di business
  • Personas, Scenarios, Journey Map: quando utilizzarli e come trasformarli in strumenti di lavoro concretamente utili
  • Concept definition: il filo che lega gli insight della ricerca all’esecuzione
  • Rapid prototyping: dal concept al prototipo
  • KPI: misurare l’impatto del design

La quota comprende

Il corso, la registrazione delle lezioni, le slide e i materiali di approfondimento, l’attestato di partecipazione.
Dopo il corso riceverai uno sconto sui successivi, e potrai continuare a imparare facendo domande e scambiando opinioni con i docenti e la comunità del gruppo privato Facebook di Digital Update.

Docenti

Manuele Forcucci

Interaction Designer & Researcher, è attivo nel digitale da oltre dieci anni, si occupa di progettazione centrata sulle persone da sette. Dopo una carriera da freelance, dal 2017 è stabilmente in Tangible, dove ogni giorno si districa agilmente tra Project Management, Design, e studio dei comportamenti delle persone. Ama i viaggi, i concerti e il cibo. Ama un po’ meno scrivere autobiografie in terza persona.

Come Interaction Designer & Researcher ha lavorato per clienti tra cui: Aeroporto di Bologna, Amplifon, Unipol-SAI, Zanichelli Editore, Regione Emilia Romagna, Elica, Trentino Sviluppo.

Ha partecipato in qualità di speaker al World IA Day 2014 a Siracusa e all’Agile Business Day 2016 a Venezia.

Come docente ha insegnato presso Università di Bologna, Fondazione Alma Mater, TAG Innovation School, Confederazione Nazionale dell’Artigianato.

Nel 2016 è stato local leader e co-organizzatore del World IA Day a Pescara.

Su Twitter cinguetta come @autobahn36

Daniele Iori

Da oltre dieci anni si occupa di progettare l’interazione tra esseri umani e sistemi informatici, facilitando al massimo l’utilizzo delle interfacce digitali e la fruizione di servizi e sistemi complessi in modo proficuo e soddisfacente.

Sistematicamente in bilico tra l’informatica, il marketing e la comunicazione, è riuscito a sfruttare una formazione trasversale per fare da tramite tra i vari attori del progetto.

In qualità di Experience Designer ha partecipato a progetti per Nokia, Sky, Wind, Juventus FC, Sony-Ericsson, Telbios, UNICEF, RAI, etc. Co-fondatore del Fab Lab Frosinone e di TheMixxie, piattaforma di brand storytelling. Dal 2018 in Tangible, in qualità di Interaction e Service Designer.

Come facilitatore e mentor ha partecipato alla Roma Global Service Jam (2016/17), Roma Global Sustainability Jam (2016/17), Pescara Startup Weekend (2016), Social Design for Urban Change Jam (2015).

Come docente ha partecipato al Master in UI Design di TAG Innovation School (2017).

Su Twitter come @danieleibrido

Svolgimento e orari

Questa edizione del corso si terrà in aula virtuale su Zoom; si inizia puntuali, si fanno alcune brevi pause durante la lezione, ci si esercita in stanze virtuali parallele e su spazi di lavoro comuni.

Teoria + pratica = love, se poi ci metti un team in aula con competenze diverse ne ricavi un nuovo bellissimo modo di lavorare. Super consigliato!

Manuele e Daniele hanno una vasta esperienza di design, che traspare nella parte pratica e nel racconto dei lavori con i loro clienti. Lo consiglio a chi conosce l’argomento per sentito dire ma vuole valutare come portarlo nel proprio lavoro.

Un bel riassunto, intensivo, di come avviare / realizzare un processo di progettazione migliore. Utile per i designer che vogliono approfondire con l’aiuto di specialisti, utile per content manager, marketers, sales, e tutti coloro che vogliono una guida per innovare.

Il corso è stato molto interessante, il giusto mix tra teoria e pratica, gli insegnati competenti e innamorati del loro lavoro, forse un po’ troppe citazioni?:) scherzi a parte super promossi!

Ottimo equilibrio fra parte teorica ed esercitazioni, focus costante su processi di design applicabili a qualunque progetto di comunicazione.

Partiamo con un bel BRAVI! Essendo un corso full-immersion, ho “bevuto da un idrante”. Non sono uscito di sicuro con la sete, anzi! Sono consapevoli che i metodi e approcci discussi insieme meriterebbero giornate intere per ciascun tema trattato, ma al contempo avete aperto la mente e dato stimoli per iniziare un percorso di approfondimento. Li fate? Ci rivediamo? :D

Ben bilanciato tra parte teorica e parte pratica.

Super consigliato per: l’importanza del tema; l’approccio al processo; l’alternanza tra teoria e pratica; la chiarezza espositiva; l’applicabilità. Bravi!

È il corso perfetto per chi cerca una prima introduzione, anche pratica, al Design Thinking.

    Trattiamo questo argomento nell’ambito della scuola Digital Update o in progetti di formazione dedicata, lasciaci il tuo nome e indirizzo email per ricevere informazioni.

    Potrebbe interessarti anche...